Sipadan, il sito di immersioni più bello del mondo

Al largo della costa orientale del Borneo, nel Sud Est asiatico, c’è uno dei posti più belli del mondo dove fare diving. E’ l’isola di Sipadan, un’autentica perla incastonata nel mare di Celebes, tra la Malesia e le Filippine. Un luogo unico e protetto (con un ecosistema simile a quello delle Galapagos, in Sudamerica), tra le cui acque vivono centinaia di specie rare di pesci e i grandi predatori del mare. In un’immersione a Sipadan, si possono vedere banchi di squalo martello alla ricerca di prede, grandi tartarughe di mare con il loro lento ondeggiare, minuscoli e rari pesci mandarino e, soprattutto, lo spettacolo unico al mondo del tornado di barracuda. (leggi anche: Immersione da brivido con gli squali delle Fiji).

Jack_fish_and_reef_sharks_1

Sipadan: come e quando

Le immersioni a Sipadan e d’intorni di effettuano tutto l’anno in condizioni perfette. Il Borneo è soggetto ad un clima equatoriale, caldo umido, con abbondanti piogge che diminuiscono leggera solo giugno ad agosto. Tuttavia la costa Est del Borneo malese è particolarmente riparata e gode di condizioni meteorologiche migliori e ideali per un’immersione: acqua calda (29°) e visibilità buona (fino a 40 metri).

Per raggiungere Sipadan bisogna andare, innanzitutto, in Malesia. Diverse compagnie aeree effettuato la rotta tra l’Italia e la capitale Kuala Lumpur con voli giornalieri della durata non inferiore alle 15 ore (Malaysian Airline è la compagnia di bandiera). In alternativa si può volare nel vicino stato di Singapore. Da uno di questi due scali è necessario poi prendere un volo per raggiungere il Borneo e la regione malese del Sabah. L’aeroporto più vicino all’isola di Sipadan è quello di Tawau, nel distretto di Semporna. Si può, però, anche volare a Kota Kinabalu (capoluogo del Sabah) o a Sandakan e raggiungere Semporna via terra. Da Semporna, infine, è necessario effettuare una navigazione di circa un’ora per raggiungere Sipadan …O meglio, le isole vicine a Sipadan: Pulau Mabul, Kapalai e Mataking dove sono ubicati i resort turistici.borneomap

Alloggiare a Sipadan

L’isola di Sipadan è, purtroppo, da anni oggetto di dispute territoriali tra la Malesia, l’Indonesia e le Filippine. Nel 2001, un tribunale internazionale ha sancito il territorio come appartenente allo stato malese che da 2005 ha trasformato l’area (già protetta da anni) in un’oasi praticamente inaccessibile. I resort sull’isola si sono quindi spostati sulle isole vicine per lasciare Sipadan incontaminata. Attualmente è quindi impossibile alloggiare a Sipadan.

L’isola più vicina è Mabul dove sono ubicati i resort più famosi e altri alloggi economici. A largo di Mabul c’è addirittura una vecchia piattaforma di perforazione trasformata in un resort per accaniti subacquei. L’isola è anche abitata da una nutrita popolazione locale (più di 2.000 persone) che vive in condizioni di estrema povertà in baracche e palafitte: le classiche Long-house malesi. La condizione degli abitanti stride parecchio con quella dei turisti alloggiati nei resort, in particolare in quelli di lusso costruiti direttamente sull’acqua. D’altro canto, però, gli abitanti dell’isola non hanno la minima idea del concetto di ambiente e riversano tutti i loro rifiuti in mare o sulle spiagge. Mabul sta purtroppo diventando una discarica a cielo aperto così come gran parte del tratto di mare che separa Semporna dall’isola. In alternativa a Mabul c’è l’”isola” di Kapalai.IMG_6765

Il nome deriva da quello dell’unico resort presente in loco: un lussuoso 5 stelle costruito in mare su palafitte. Kapalai infatti non è nemmeno un’isola ma una sorta di Sandbank, un banco di sabbia che emerge dal mare. La terza opzione è quella di alloggiare all’isola di Mataking dove è ubicato un unico resort di categoria lusso. E’ l’ennesimo paradiso della zona, attenzione però: l’isola è molto più lontana dal sito di Sipadan rispetto agli altri alloggi. L’ultima opzione è quella di alloggiare in una struttura alberghiera a Semporna, sulla terraferma, una cittadina malese vivace ma anonima e piuttosto povera.IMG_6831

Immersioni a Sipadan

Per poter effettuare un’immersione a Sipadan è necessario organizzare il proprio viaggio con larghissimo anticipo. I viaggiatori abituati ad andare all’avventura senza prenotare o solo con il biglietto aereo andranno incontro ad una cocente delusione. Non solo perché i resort sono pochi e sempre pieni, ma soprattutto, perché effettuare un’immersione a Sipadan è difficilissimo. L’isola è protetta dalle leggi malesi ed è stata trasformata in un santuario marino unico. Sipadan dive mapIl governo ha proibito ogni tipo di struttura ricettiva. Ha anche fortemente limitato l’accesso all’isola e alle sue acque ponendo un tetto di 120 persone (subacquei) al giorno. Un numero irrisorio se si pensa a quanti turisti sono ospitati nei resort. Il numero diventa ridicolo se si dovesse calcolare quante persone più o meno seriamente stanno pianificando un viaggio a Sipadan. Gli accessi sono regolati da permessi in vendita dietro pagamento e rilasciati ad alcuni resort della zona.

E’ necessario, quindi, acquistare da loro il pass per entrare a fare parte dell’esclusiva lista di fortunati che può effettuare un’immersione a Sipadan, ma attenzione! Scordatevi il pass se non alloggiate in uno di quei resort perché non ve lo venderanno. Il numero di permessi varia a seconda del resort: quelli di lusso ne hanno di più (al massimo 14) ma potrebbero avere più ospiti che vogliono immergersi a Sipadan rispetto a resort più a buon mercato che dispongono di un numero minore di permessi. E’ quasi una lotteria, quindi, e per essere sicuri di avere un posto è necessario prenotare il viaggio e l’immersione con mesi di anticipo. Può anche capitare che all’arrivo il permesso non ci sia per il giorno stabilito. O, ancora, che per qualunque ragione di carattere tecnico o meteorologico quel giorno non ci si possa immergere a Sipadan. Il consiglio è, quindi, quello di tenersi un paio di giorni extra da utilizzare in caso di contrattempi.

Pulau Mabul - SipadanChi ha la fortuna di immergersi a Sipadan proverà un’esperienza unica nella vita. Attorno all’isola vivono oltre 3mila specie diverse di pesci. I siti di immersione sono 13, tutti spettacolari. Dalla caverna dove è ubicato il cimitero delle tartarughe, al giardino dei coralli, fino alla zona dei pescecani, con gli incredibili squali martello. Il sito più spettacolare è “Barracuda point”: classificato fra i primi 5 al mondo. Qui nuotano migliaia di barracuda in banchi che formano vortici del tutto simili come forma a dei tornado. Durante un’immersione si può ammirare questo fenomeno da vicinissimo.

Costi

Una vacanza a Sipadan è tutto sommato a buon mercato rispetto a quello che offre. Calcolate circa 600 euro per il volo, gli alloggi variano da un minio di 70 euro a notte fino a 300 euro. Le immersioni hanno un costo minimo di 60 euro.

 

Be the first to comment on "Sipadan, il sito di immersioni più bello del mondo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*